Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Visita Allergologica e prick test

 

La visita allergologica è un passaggio fondamentale per escludere, diagnosticare o monitorare un disturbo di carattere allergologico e quindi per accertare la natura di sintomi come difficoltà respiratoria, prurito, dermatiti ed eczemi, naso chiuso o che cola, disturbi digestivi, emicrania, o reazioni avverse dopo l'assunzione di farmaci.

I disturbi allergologici possono causare una sintomatologia che colpisce diversi apparati del corpo umano e l'allergologo spesso si trova a confrontarsi con diverse branche della medicina: la dermatologia, la pneumologia, la pediatria, la gastroenterologia e le problematiche ototinolaringoiatriche.

La mia esperienza professionale, che mi vede a fianco del Professor Senna Gianenrico, direttore del Centro di Riferimento del Veneto per la diagnosi, il trattamento e la prevenzione delle patologie allergiche dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Verona, mi ha permesso di approfondire a pieno la complessità delle patologie allergologiche.

Le allergie colpiscono ormai circa un quarto della popolazione del mondo occidentale e l'incidenza sembra essere in costante aumento: alcuni studi epidemiologici individuano come fattore influente l’inquinamento atmosferico, che favorisce l’aumento della permanenza dei pollini nell’aria e un incremento delle patologie allergiche respiratorie, quali rinopatie, orticaria, e asma.

Per questo è importante diagnosticare precocemente una patologia allergiche, in modo da trattare precocemente i sintomi ed evitare il peggioramento del quadro clinico il conivolgimento di altri apparati corporei.

Una semplice rinite non diagnosticata corretamente e precocemente potrebbe causare, nel tempo, il coinvolgimento dell'apparato polmonare complicandosi in asma bronchiale o dare luogo alla formazione di poliposi nasale con anosmia.

Lo stesso asma bronchiale, che spesso esordisce con una semplice tosse stizzosa, se non riconosciuto e non trattato potrebbe dar luogo a modifiche irreversibili del parenchima polmonare con una successiva scarsa risposta alla terapia farmacologica.

Una dermatite, se non viene riconosciuta e rimossa prontamente la causa scatenante, potrebbe dar luogo a quadri di eczema cutaneo difficile da trattare.

Una reazione avversa ad un farmaco (orticaria, dermatite, angioedema..), se non viene prontamente riconosciuto il principio attivo scatenante, potrebbe mettere a rischio il paziente per reazioni molto più gravi in futuro per farmaci analoghi a quello colpevole.

E' per tutta questa serie di motivi che è fondamentale fare subito chiarezza sull’eventuale presenza di un’allergia, così da poter eliminare subito la causa e migliorare nel tempo il quadro clinico.

Durante la visita allergologica è fondamentale raccogliere tutte le infomazioni circa lo stato di salute del paziente (anamnesi). Dopo il primo colloquio verranno effettuato le prove allergiche (‘prick test’) che consistono nel posizionare sull’avambraccio del paziente una serie di estratti liquidi contenenti gli allergeni da testare, che possono essere di tipo respiratorio o alimentare a seconda del caso. Dopo aver punto con una lancetta ogni singolo allergene, si attenderanno 15 -20 minuti per leggere i risultati. Tale test non ha effetti collaterali ed è fondamentale perché permette di identificare in soli 15 minuti un’eventuale allergia e poter quindi fare diagnosi.

In base ai risultati verrà impostata una terapia o consigliati altri accertamenti. Le visite di controllo successive serviranno per monitorare l’andamento della malattia ed il successo del trattamento.

 

 

 

Articoli medici

  • Tutti
  • Nutrizionista
  • Dieta
  • Psicologia
  • MedicinaEstetica
  • Psicoterapia
  • Nutrizione
  • Ortopedia
  • Chirurgia
  • Dermatologia
  • Cardiologia
  • Neurologia
  • Pediatria
  • Ecografia
  • Otorinolaringoiatria
  • Urologia
  • Default
  • Title
  • Date
  • Random
Altri articoli / "Shift" per vederli tutti Guarda tutti gli articoli

Copyright © 2013 ROVIGO MEDICA S.p.A. All Rights Reserved.
P.i./c.f.: 01300060298 R.e.a. RO - 111001 - Sede legale e operativa: Via L. Einaudi, 82 45100 Rovigo (RO)
Aut. es. AS/2009/19 - Direttore Sanitario: Dott. Fiorenzo Scaranello